I cugini italiani di Sirugu e Cavani: le dure fotopagelle su alcuni big

Si parla spesso dello stato della critica giornalistica sportiva in Italia. Lo si fa con accenti diversi, ma su un punto ci si trova in gran parte d’accordo: la crescita della faziosità – fenomeno del tutto evidente – ha portato troppo spesso a toni esasperati e a valutazioni francamente ingenerose nei confronti dei singoli calciatori, non di rado associati alla figura del colpevole della sconfitta, fino a finire per rivestire la parte del capro espiatorio.

Non che altrove sia molto diverso. In Francia, la delusione per la sconfitta del Psg con il Barcellona in Champions League nella gara d’andata non ha ricevuto molte scusanti dal prestigioso quotidiano sportivo l’Equipe. Che non ci ha messo tanto nel rifilare addirittura un 3 in pagella ai due “italiani” (di passaporto e di provenienza) Sirigu e Cavani. Il primo ritenuto massimamente responsabile di uno dei due gol di Suarez. Il secondo reo di avere sbagliato tutte le giocate possibili, con l’aggiunta che nella serata senza Ibrahimovic la sua responsabilità è stata considerata maggiore. Così va il mondo, vicino a noi.

Ebbene, il 3 in pagella non è facilmente eguagliabile e forse bisognerebbe per statuto eliminarlo in caso di una partita contro il super Barcellona. Eppure, limitandoci alle big del nostro campionato, ecco alcune perle di questa stagione, voti e giudizi frammentati che compongono una top ten della crudeltà di giocatori tutt’altro che banali, proprio come Sirigu e Cavani.

                                                 (clicca sulle foto per ingrandire)

 

CONDIVIDI