Michele Padovano e Zinedine Zidane hanno giocato insieme nella Juventus nel 1996/97, stagione in cui il giocatore francese arrivò a Torino per 7,5 miliardi di lire.

Gli inizi del giocatore transalpino in maglia bianconera non furono facili, non solo per un calo fisico ma anche a causa del suo carattere timido e schivo. Inoltre Zizou era abituato al mare e al sole e arrivò, invece, in una città dove c’era sempre la nebbia, neve, freddo, pioggia, e tutto questo contribuì a rendere difficile l’ambientamento.

Michele Padovano racconta che i primi 3 o 4 mesi il talento transalpino era talmente spaesato che non si osava neanche di battere le punizioni, delegando a lui il compito. “Superò comunque molto bene le difficoltà iniziali anche grazie al nostro aiuto, perchè vedevamo che avevamo di fronte un grandissimo giocatore, quindi bisognava aiutarlo a tutti i costi” continua Michele Padovano, raccontando gli inizi di una stagione che si dimostrò trionfale: quell’anno la Juventus festeggiò i 100 anni della sua fondazione vincendo 1 Coppa Intercontinentale, la Supercoppa Europea e il 24° scudetto della storia bianconera.

Zinedine Zidane è protagonista di questi successi realizzando 5 gol in 29 partite di campionato. Era la Juventus di Marcello Lippi, squadra che poteva contare su giocatori quali Del Piero, Jugovic, Michele Padovano, Montero, Deschamps, Peruzzi; era la Juventus che si impose per 6-1 a San Siro contro il Milan nonostante le assenze dei 2 attaccanti titolari: Del Piero e Padovano.

 

CONDIVIDI