Nuovo no alla moviola in campo. Semaforo rosso per tripla sanzione, quarta sostituzione e introduzione del tempo effettivo

Moviola in campo? Continuano le lotte di religione con la FIFA ancora una volta nel ruolo del reazionario d’ufficio: la proposta è stata rinviata di altri 12 mesi. La Federcalcio olandese ha già sperimentato un metodo che collega l’arbitro tramite radio ad un assistente nella cabina di regia. Dopo l’introduzione da parte di quasi tutti i principali campionati europei dell’Occhio di Falco, il prossimo passo sarebbe quindi il tanto sognato Instant replay: oltre agli sport americani dov’è in uso da tempo, anche rugby e cricket hanno implementato la moviola da anni. L’organismo responsabile dei regolamenti del calcio, l’IFAB, non sembra però convinto.

Nel corso del meeting tenuto a Craigavad, in Irlanda del Nord, il segretario generale della FIFA, Jerome Valcke, è sceso nel merito della questione: “Se l’arbitro si affida troppo a queste informazioni c’è il rischio che diventi molto meno autorevole rispetto ad oggi, visto che chiederebbe sempre conferma delle sue decisioni nel corso della partita per evitare errori. Quale sarebbe poi il rapporto fra l’arbitro e gli assistenti che ha attorno in campo con questo tecnico seduto nel furgone a guardare le immagini?”.

L’IFAB ha anche esaminato la questione della tripla punizione in caso di rigore su una chiara occasione da gol in area: rigore, espulsione e squalifica sono sembrati ai più eccessivi. Su questo argomento le modifiche potrebbero essere dietro l’angolo. Sulla questione è intervenuto Patrick Nelson, direttore generale della federcalcio irlandese: “Dopo lunghe discussioni l’IFAB ha concordato in linea di principio sulla rimozione di uno degli elementi della tripla punizione, nel dettaglio la squalifica automatica”. La richiesta dell’UEFA era diversa: cambiare il rosso in un giallo ma la FIFA ha respinto al mittente il tutto, preferendo rimettere la squalifica al giudice sportivo. Il diavolo come sempre sta nei dettagli ma molti nel mondo del calcio saranno certo lieti che si stia lavorando per rendere meno pesante una punizione sembrata a molti esagerata.

Tra le altre proposte respinte dall’IFAB c’è anche quella relativa alla quarta sostituzione nelle partite che arrivano ai tempi supplementari. Bocciata inoltre la richiesta della federcalcio statunitense, per l’introduzione sostanziale del tempo effettivo con l’arresto del cronometro durante gli incontri.

 

CONDIVIDI