Altra settimana e altra nazionale in vista europei: tra i migliori undici italiani del week end tante sorprese

4-3-3

VIVIANO

Decisivo nella vittoria della Sampdoria contro la Roma. Para (quasi) tutto, respinge le offensive della Roma e porta ai blucerchiati una vittoria che va oltre tutte le statistiche, e i numeri.

LETIZIA

Il video mentre prova a chiudere un idrante con una pettorina ha fatto il giro del web. Lui, napoletano di nascita, è una spina nel fianco della difesa azzurra: tra i migliori in campo a Reggio Emilia.

ASTORI

Da premiare soprattutto per la costanza: ormai è fisso in questo nostro appuntamento. Preciso negli interventi, pulito, di sicuro affidamento: da schierare sempre.

BLANCHARD

Eroe per caso. Prima devia un tiro di Zaza in porta, poi al 93esimo pareggia i conti. Ultrà bianconero a segno allo Stadium contro i bianconeri: una serata da incorniciare, da ricordare a vita. Questa settimana merita la menzione, d’ufficio.

FLORENZI

La sua Roma perde a Genova contro la Sampdoria ma lui gioca una buona partita. La modifica tattica è quasi completata: fa il terzino e va raramente in difficoltà, a livello offensivo spinge con costanza.

BONAVENTURA

Anche lui è una costante di questa rubrica: fa gioco, dispensa palloni, realizza reti pesanti. Può essere l’anno della sua definitiva consacrazione. Sarà utile in chiave nazionale.

MAGNANELLI

Il Sassuolo vola, lui fa il gioco sporco, all’oscuro. Gioca semplice, è preciso nei passaggi e recupera palla. Identikit del centrocampista completo: in questo momento tra i migliori italiani in grado di giocare davanti alla difesa.

JACOPO SALA

Nel Verona che resiste a Milano contro l’Inter, prima di cadere sotto il colpo letale di Felipe Melo, lui è leader. Corre come se avesse quattro polmoni, recupera tanti palloni e sbaglia poco. Da tenere d’occhio.

EDER

L’italo-brasiliano si conferma sempre più capocannoniere del torneo. Realizza un gol contro la Roma e ci mette lo zampino nell’azione dell’autogol di Manolas. È in un momento di forma straordinario, e lo dimostra.

BALOTELLI

È tornato SuperMario. O almeno così pare. Il gol contro l’Udinese è bello ma è soprattutto importante per ritrovare condizione fisica e mentale. Adesso starà a lui dimostrare di meritare di indossare nuovamente la maglia azzurra, ma per questa settimana c’è.

SAPONARA

Una premessa: avrebbe meritato l’ultimo posto a disposizione anche Floccari, che ha trascinato il Sassuolo a Palermo, ma a livello tattico sarebbe stato difficile farlo giocare con Eder e Balotelli. Allora completa il tridente offensivo Riccardo Saponara, nonostante la sconfitta dell’Empoli lui è tra i migliori. Crea tante palle gol, inventa e predica nel deserto.

top11

CONDIVIDI