L’eroe per caso di questo primo turno infrasettimanale di Serie A è Leonardo Blanchard. Raccontiamo le gesta del protagonista della quinta giornata di campionato, come nostro solito, attraverso la tecnica delle 5W

 

CHI – Leonardo Blanchard, nato a Grosseto il 6 maggio 1988.

Professione: Difensore centrale.

Caratteristiche: Forte fisicamente, è molto bravo nel gioco aereo. Mancino di piede, è dotato di un buon senso della posizione. Può essere schierato anche nel ruolo di terzino sinistro.

Storia: Il cognome francese è dovuto al nonno che, nell’immediato dopoguerra, si trasferì in Toscana dopo aver conosciuto una ragazza di Grosseto. Comincia a muovere i primi passi da calciatore nel 2000 al Saurorispescia. Dopo 5 anni viene notato da degli emissari del Siena che, ben impressionati dalle sue doti, lo tesserano di lì a poco. Inizia a girare in prestito per acquisire esperienza: nel 2006 viene prelevato dal Poggibonsi salvo, nella sessione invernale di mercato, accasarsi al Sangimignano, in Serie D. Rientra a Siena dove viene aggregato alla prima squadra senza però scendere mai in campo. Nel 2008 il Pescina VG lo preleva in prestito e ben presto, in conseguenza della promozione raggiunta in Prima Divisione, le società si accordano per il rinnovo dell’acquisizione temporanea di un ulteriore anno. La sua carriera non sembra trovare mai pace. Nel giro di un anno e mezzo approda in ordine prima al Pergocrema, poi al Pavia e infine al FeralpiSalò. La svolta arriva nell’agosto del 2012 quando passa in prestito dal Siena con diritto di riscatto al Frosinone. Esordisce con i ciociari in Frosinone-Carrarese subentrando nella ripresa al posto di Biasi. Il 19 giugno 2013 la società ciociara riscatta il cartellino del giocatore. Da questo momento inizierà l’ascesa del calciatore e del Frosinone stesso: il 7 giugno 2014 il Frosinone viene promosso in Serie B e, appena un anno dopo, raggiungerà con una giornata d’anticipo la prima storica promozione in Serie A.

DOVE – Allo Juventus Stadium di Torino, la fortezza dei successi bianconeri negli ultimi anni.

QUANDO – Mercoledì 23 settembre. Quinta giornata di Serie A e primo turno infrasettimanale della stagione. La Juventus è alla ricerca di punti preziosi dopo un avvio poco convincente con un Frosinone ancora a secco di punti e fanalino di coda del campionato.

COME – Mancano pochi secondi allo scadere dell’incontro. La Juventus ha dominato la partita senza subire particolarmente gli avversari che si sono resi realmente pericolosi soltanto nella prima frazione di gara con un palo colto dal cileno Castillo. I padroni di casa gestiscono male il possesso palla e gli ospiti, allo stremo delle forze, si procurano un calcio d’angolo, ultima vera occasione della partita. Daniele Soddimo si incarica di battere il corner: palla tesa a giro su cui si fionda Leonardo Blanchard che è bravo a divincolarsi dalla marcatura di Pogba ed a schiacciare di testa in maniera imperiosa a rete. Il gol del giocatore di origini francesi regala alla squadra ciociara il primo punto della storia nella massima serie.

PERCHE’ – E’ la rete che regala il primo punto in Serie A al Frosinone dopo un avvio pessimo nelle prime quattro giornate di campionato. Una gioia unica perché è un punto storico arrivato contro i Campioni d’Italia nonché finalisti della scorsa Champions League. Oltre al danno anche la beffa per i tifosi della “Vecchia Signora”. Leonardo Blanchard ha confessato nel post partita di essere un grande tifoso di Buffon e compagni e di essere stato a Berlino con i Viking in occasione della finale di Champions contro il Barcellona. Uno scherzo del destino ed un nome, quello di Blanchard, che molti juventini speravano di aver rimosso dalla mente e che probabilmente, visti i trascorsi, non porta molta fortuna ai colori bianconeri.

CONDIVIDI