Sinisa Mihajlovic ha lasciato la nazionale serba per la Sampdoria. E oggi la scelta gli sta dando ragione. روليت كازينو

Quando Mihajlovic viene ingaggiato a stagione in corso dalla Sampdoria che era ancora dell’ultima, deficitaria, gestione dei Garrone aveva appena lasciato la panchina della sua nazionale, quella serba, dopo pochi mesi di attività nel nuovo ruolo. Qualcuno gli aveva dato del matto, ma ha avuto ragione lui: prima cosa perché calcisticamente lui è ormai totalmente italiano, anche come mentalità, e nell’ex Jugoslavia predicava cose che lo facevano sentire fuori dagli schemi. Secondo perché Mihajlovic è un ambizioso e sapeva che solo tornando in Serie A poteva puntare al meglio della Serie A.

Adesso ci siamo quasi. La Sampdoria sta volando ben al di sopra delle aspettative, e anche se non sarà Europa Mihajlovic sa di essersi ripreso attenzioni, stima e copertine. In più ha dalla sua la pubblicità fatta dall’interesse della Juventus nello scorso mese di giugno. Di Ferrero, di un futuro in blucerchiato all’ex centrocampista e difensore anche di Lazio e Inter importa poco. لعب روليت حقيقي Il presidente “viperetta” se lo è ritrovato, non se l’è scelto. E’ scafato, Mihajlovic. Ha lavorato anche al servizio di patron in stile Pulvirenti, tanto per intendersi. E proprio per questo non ha paura di nulla ma vuole il massimo. Perché Mihajlovic sa anche che nella vita si va per gradi, e la sua forza è stata quella di staccarsi dall’ombra di Roberto Mancini quando era ora di staccarsi.

Adesso quindi tutti attenti al prossimo lido: c’è chi scommette già su Napoli, chi lo vede invece bene alla Lazio. Lui sceglierebbe la prima a occhi chiusi. Anzi, con De Laurentiis una chiacchierata c’è già scappata. E se non sarà Napoli sarà comunque Italia, questa è la sua scelta. Prima anche di ogni destinazione estera. A giugno, anzi forse già ad aprile, capiremo tutto. استراتيجية روليت

CONDIVIDI