Lo spagnolo della Fiorentina sta disputando una stagione al di sotto delle sue possibilità, e sotto porta…

Di Ciccio Tavano abbiamo già parlato in questa rubrica a proposito di Napoli-Empoli, quando nel primo tempo, sull’1 a 0 per i toscani, l’attaccante si è mangiato un gol colossale. La stessa cosa è successa allo stadio Fiesole di Firenze nel derby toscano contro i viola. Sullo 0 a 0 Tavano è andato via bene al diretto avversario, ma di sinistro, davanti a Neto ha chiuso troppo la conclusione mandando la palla abbondantemente a lato. Pochi, forse, l’hanno notato, perché pochi minuti prima, dall’altra porta, lo spagnolo Borja Valero si è divorato un’occasione incredibile. Il classico caso in cui si dice che era più difficile sbagliare che segnare.

Su azione da calcio d’angolo, che continua a rimanere un punto di forza dei viola anche se meno degli anni passati, il capitano viola, che quest’anno sta dando delle prestazioni nettamente sottotono rispetto a quelle cui aveva abituato i tifosi della Fiorentina, da un metro scarso dalla linea di porta, stacca da solo ma riesce a mandare la palla sopra la traversa. Un intervento che per un difensore, costretto a deviare la palla sopra la traversa, sarebbe stato alquanto complicato (come ad esempio quello che farà sull 1 a 1, nel secondo tempo, il compagno di squadra Savic che salva la propria porta). Riuscire a segnare invece per Borja Valero sembra essere decisamente più semplice. Sembra, ma non è così. I viola passeranno comunque in vantaggio, ma quel gol, peserà non poco sulla coscienza dello spagnolo, l’Empoli riuscirà a pareggiare. I viola perdono due punti e chi aveva scommesso sulla sua vittoria non pochi euro.

CONDIVIDI