Il 4-0 azzurro di 11 anni fa

11 ottobre 2003: ottava gara delle qualificazioni europee della Nazionale di Trapattoni. Si gioca a Reggio Calabria e di fronte c’è l’Azerbaigian, come avverrà venerdì sera (modesto consiglio per Antonio Conte: non vinca 4-0 come il suo predecessore, visto come andò quell’Europeo in Portogallo, uno dei peggiori della nostra storia). Oggi il tema predominante è la conferma della coppia d’attacco Zaza-Immobile, paragonata dal team manager Gabriele Oriali nientemeno che a Graziani-Pulici (anche questo accostamento in versione azzurra non è da seguire, visto che i due campioni del Toro hanno giocato pochissimo insieme in Nazionale).

11 anni fa, invece, gli attaccanti titolari erano Vieri e Inzaghi, con Totti a ispirarli. E i due fecero benissimo. Già nel primo quarto di gara risolsero tutto: prima Christian su suggerimento di un altro Cristiano, Zanetti; quindi ci pensa Pippo di testa su un bel traversone di Oddo. Nella ripresa il milanista firma la rete di chiusura a due minuti dal termine, dopo che proprio il sostituto di VieriMarco Di Vaio – era riuscito a siglare il momentaneo 3-0.

Tutto facile e tutto bello? No. Perché Vieri, al momento della sostituzione, mostra nervosismo e lo manifesta apertamente scagliando una bottiglietta all’indirizzo della panchina, probabilmente innervosito da un infortunio più che dalla scelta del Ct. Vi immaginate una scenetta così con Conte? Altro che i tweet di Bonucci…

CONDIVIDI