Storie di calciomercato: Giuseppe Rossi nel 2007 torna a Parma in prestito dal Manchester United. Il girone di ritorno è clamoroso: 9 gol in 19 presenze e salvezza assicurata per i ducali

Campionato 2006/2007. Il Parma del neo-presidente Ghirardi si trova invischiato in piena lotta retrocessione, occupando addirittura il penultimo posto in graduatoria, rischiando seriamente di incorrere nella prima retrocessione in B della storia del club. L’intuzione è di quelle geniali: riportare in Italia, seppur soltanto in prestito, Giuseppe Rossi, cresciuto proprio nel Parma, prima di venirne strappato da Sir Alex Ferguson nell’estate 2000. Nelle giovanili gialloblù aveva realizzato più di 200 reti, venendo indicato da molti come il vero nuovo grande talento del panorama calcistico italiano. Giuseppe Rossi ha appena 20 anni, ed è reduce da un prestito non esaltante con la maglia del Newcastle, già vittima di problemi fisici che ne hanno e ne stanno tutt’ora penalizzando la carriera. Questo comunque non gli aveva impedito di realizzare il primo gol in Premier League all’esordio con il Manchester United contro il Sunderland e di esordire in Champions League all’età di 18 anni. Come accade soltanto ai predestinati.

Il ragazzo dalla faccia pulita, non ancora Pepito, si esalta e con Claudio Ranieri in panchina guida il Parma ad un girone di ritorno da media-scudetto, contribuendo in maniera a dir poco decisiva con nove reti realizzate. Il 21 gennaio 2007, nella gara d’esordio, realizza il gol che permette al Parma di battere il Torino per 1-0 e di tornare alla vittoria dopo dieci turni. Ed è una rete alla Giuseppe Rossi: serpentina in mezzo a due difensori e sinistro mortifero sul secondo palo che piega le mani a Taibi. Welcome back, Pepito.

Il 7 aprile, nella gara interna con il Livorno, si ripete segnando al 91′ il gol della vittoria, ma la sua prestazione più convincente resta quella fornita nel suo futuro stadio, quando realizza una doppietta all’Artemio Franchi contro la sua Fiorentina. E di lì tante altre perle per il ragazzo del New Jersey.

Le sue prestazioni e i suoi nove gol nel girone di ritorno, consentono al Parma di risollevarsi in classifica e di chiudere il campionato al dodicesimo posto scacciando l’incubo retrocessione. A fine stagione Giuseppe Rossi torna al Manchester, da dove poi verrà venduto al Villarreal per 11 milioni. Evidentemente troppi per le società italiane interessate in quella sessione di mercato. Nessun club, sbagliando, decide di puntare seriamente su di lui. Fino all’approdo alla Fiorentina nel 2013, nella quale si consacrerà a stella di prima grandezza prima di essere falcidiato dagli infortuni.

A nove anni di distanza, Giuseppe Rossi è ancora al centro del mercato. Ma adesso la sua unica speranza è trovare un club che gli dia fiducia, permettendogli di ritrovare quello smalto di una volta che sembra perduto. A 28 anni Pepito ha ancora tutto il tempo per rilanciarsi nel grande calcio. Il Genoa lo aspetta: sarà questa la prossima tappa della sua carriera?

CONDIVIDI