Dalla “cantera” dell’Envigado all’Europa: il prossimo colombiano che potrebbe salire agli onori della ribalta è un coloured tutto pepe di nome Yony Gonzalez

ANAGRAFICA

NomeYony Alexander

CognomeGonzalez Copete

Data di nascita: 11 luglio 1994

Club: Envigado

Nazionalità: Colombia

CARATTERISTICHE

Ruolo naturale: Centrocampista incursore

Ruolo alternativo: Tornante

Ruolo potenziale: Centrocampista centrale

Punti di forza: La corsa aerobica, il senso del tempo sul pallone, la conduzione della sfera soprattutto in spazi verticali, l’agilità, la capacità di inserimento a dettare l’assist del compagno, la rapidità nel colpire con i due piedi.

Punti deboli: Il peso specifico muscolare, la tendenza ad abbassare la testa, i traversoni ancora da perfezionare, il posizionamento tattico fondamentale nei campionati europei.

POTENZIALE

Campionato ideale: Portogallo, ma anche Italia. Sovente due dei migliori approdi per calciatori dal passo superiore e dalla fame congenita per trovare subito spazio e costanza di prestazioni. Oltretutto in Serie A Gonzalez guadagnerebbe molto di sicuro dal lavoro atletico imposto per tradizione. Tatticamente il campionato portoghese pare decisamente più adatto nell’immediato e, forse, garantirebbe da subito una visibilità maggiore senza doversi disimpegnare in squadre dal bacino relativo magari in virtù di un prestito.

Chi ci ricorda: In Colombia si parla di Juan Quintero, attualmente al Porto e già in Italia a Pescara, soltanto perché è l’ultima cessione “eccellente” del club Envigado in Europa in ordine di tempo. In realtà Yony Gonzalez, stando sempre in Colombia e nel medesimo settore giovanile, è molto più simile all’interista Fredy Guarin e condivide con lui un ottimo senso del gol (già 9 in 50 presenze in prima squadra). Se poi si vuole proprio scendere in un’analogia più specifica, il calciatore ricorda molto da vicino il brasiliano Ramires del Chelsea, ex Benfica, proprio per il tipo di corsa e duttilità sia da interno di centrocampo che da incursore esterno piuttosto ficcante.

Dove può arrivare: Yony Gonzalez può arrivare lontano già solo perché le condizioni di base sono quelle che i club europei cercano quando guardano in Sudamerica trascendendo dalla stampa locale che fa sempre troppo presto ad indicare le stelle del futuro (in genere attaccanti). Cioè: costa poco (meno di 1 milione di cartellino), può guadagnare relativamente poco (300.000 euro a stagione), ha fame, voglia di spaccare il mondo, tecnica, corsa e lavora bene il pallone con entrambi i piedi.

CONDIVIDI