Tackle, contrasti e ripartenze. Kantè è la promessa della Ligue 1

 

ANAGRAFICA

NomeN’Golo

CognomeKantè

Data di nascita: 29 marzo 1991

Club: Caen

Nazionalità: Francese/maliana

 

CARATTERISTICHE

Ruolo naturale: Mediano

Ruolo alternativo: Centrale di centrocampo

Ruolo potenziale: Intermedio

Punti di forza: La forza e l’agilità nei contrasti, le ripartenze centrali palla al piede, la concentrazione e l’umiltà che ne hanno fatto fin qui nella stagione 2014/15 il miglior centrocampista difensivo dell’intera Ligue 1.

Punti deboli: La visione di gioco, la pulizia nel passaggio e forse ancora quella capacità di sapersi gestire sia tatticamente che atleticamente nel corso della partita.

 

POTENZIALE

Campionato ideale: Tipico giocatore da Premiership, dove nella linea mediana si guarda ancora molto alla sostanza più che alla forma, soprattutto quando si opera da guardaspalle dei tanti grandi campioni poco votati al sacrificio. Oltretutto gradisce gli spazi ampi perché in possesso di un’ottima accelerazione verticale che fa guadagnare spesso campo alla sua squadra.

Chi ci ricorda: Kantè ha fatto la gavetta, viene da molto in basso, dal Boulougne che l’ha ceduto praticamente per 50.000 euro al Caen quando ancora la società era iscritta alla serie B francese (Ligue 2). Quindi, a esplosione non ancora avvenuta, ogni nome e accostamento può sembrare azzardato. Però per capire meglio di che tipo di giocatore si tratti, sottraendo esperienza, mentalità e muscoli, Kantè è una buona espressione di mezzo tra le caratteristiche primarie che erano proprie del grande connazionale Makelele e la buona agilità nel breve che era propria invece dell’olandese Davids.

Dove può arrivare: Sicuramente ben più in alto rispetto all’umile Caen. Già soltanto in Francia c’è la fila tra i top club per accaparrarselo. Sicuramente può valere tranquillamente un palcoscenico europeo, anche perché ha una buona cultura del gioco e insieme i tratti tipici, anche dirompenti, del calcio africano. Difficile immaginare il grande salto subito, ma negli ultimi 12 mesi Kantè ha anche stupito se stesso attirando non solo le attenzioni del Marsiglia di Bielsa, ma anche quelle degli osservatori del Napoli e dell’Everton.

 

SEGNI PARTICOLARI

A dimostrazione di quanto sia cresciuto e quanto si stia affermando in patria, N’Golo Kantè (alto meno di un metro e settanta) vanta un record eccezionale includendo tutti i maggiori campionati nazionali continentali: 5,3 tackle vincenti a partita, dunque una consistente dose di palloni recuperati, speciale classifica in cui è attualmente in seconda posizione il brasiliano Allan dell’Udinese, parimenti giocatore rivelazione dell’anno ma lui in Serie A.

CONDIVIDI