Alcuni aneddoti relativi all’attaccante della Nazionale italiana Graziano Pellè, punto di riferimento per Antonio Conte e tutta la squadra azzurra

E’ il calciatore italiano del momento. A 30 anni suonati, Graziano Pellè rappresenta lo sportivo italiano più discusso di Euro 2016. Il gol segnato alla Norvegia, nell’ultimo match di qualificazione a Euro 2016, è stata quella classica goccia che ha fatto traboccare il vaso della ragione. Quella ragione che ha avuto Antonio Conte, suo grande estimatore e coraggioso a voler convocare a tutti i costi un attaccante quasi sempre fuori dal giro della Nazionale. Ma Graziano Pellè, con impegno e dedizione ha fatto innamorare, metaforicamente parlando, il Commissario Tecnico degli azzurri, che lo ha ritenuto indispensabile in tutte le gare. Agli Europei francesi ha fatto innamorare tutti gli italiani mettendo a segno due reti pesantissime contro il Belgio e la Spagna. Poi il rigore sbagliato contro la Germania con una supponenza nel gesto del pallonetto a Neuer che ha fatto imbestialire tutti i tifosi e anche la sua bellissima fidanzata Viky Varga. Graziano Pellè, capelli sempre perfetti con acconciatura Rockabilly, attualmente gioca in Premiere League nel Southampton ed è stato nel bene e nel male il calciatore italiano protagonista agli Europei 2016. Scopriamo le 10 cose che nessuno sa dell’attaccante leccese classe ’85.

1. Ballerino nato

Non si direbbe per la sua stazza di 1,93 metri, ma l’attuale attaccante del Southampton, all’età di 11 anni insieme alla sorella Fabiana, vinse il premio come miglior coppia di latino, standard e liscio. Non male per un bomber.

2. Ama la famiglia

Quando lasciò l’Italia per trasferirsi in Olanda, all’Az Alkmaar, visse un momento difficile per colpa della nostalgia. Pellè verso la sua famiglia ha un amore incondizionato. Forse lo rivedremo in Serie A anche per questo?

3. Il suo nome ispirato a un grande attaccante del passato

C’è chi chiama i propri figli ispirandosi a personaggi storici del cinema oppure a cantanti del passato. Graziano Pellè, per volere di suo padre Roberto, si chiama appunto così in onore di Ciccio Graziani, ex attaccante del Torino e della Roma, particolarmente amato da Pellè senior.

4. E’ un fan di Ronaldo

Non CR7, bensì Ronaldo Luís Nazário de Lima, attaccante brasiliano protagonista di giocate sensazionali fino a pochi anni fa. Nella sua camera, infatti, non ci sono i poster di attrici o vip, bensì dell’inimitabile “Fenomeno”.

5. Ama i capelli rasati

A 16 anni il giovane Pellè preferiva un taglio di capelli molto corto. A chi voleva somigliare? Semplice, a Ronaldo.

6. Ha litigato con un giornalista olandese

L’attaccante nativo di San Cesario ha sempre avuto un grande attaccamento verso ogni squadra per la quale ha militato. Nel 2014, in occasione di Ajax-Az Almaar, a un giornalista olandese, reo di aver posto domande irrispettose, Pellè rispose in perfetto inglese: “Tu sei un tifoso dei lancieri”, scatenando qualche polemica.

7. Considera Conte al pari di Van Gaal

La stima tra l’attuale CT della Nazionale e l’attaccante è reciproca. Sarà per la stessa regione di appartenenza (la Puglia), ma Graziano Pellè considera Conte come l’attuale tecnico dello United.

8. Suo padre Roberto Pellè era un centravanti

Buon sangue non mente. Se Graziano Pellè ha il suo istinto da killer d’area di rigore lo deve anche a papà Roberto, ex attaccante del Lecce in Serie C e molto apprezzato.

9. Non indossa mai i boxer portafortuna

Un regalo non si può rifiutare, ma si può anche non indossare nelle gare di campionato e di coppa. Graziano Pellè, non amante di questi doni, proprio per tale motivo non porta mai con sé i boxer regalatigli da suo padre.

10. Tra gli attori stima George Clooney

Pellè affiderebbe, in un ipotetico film, la sua parte proprio all’attore americano. Il motivo? Per l’eleganza e la bravura.

CONDIVIDI