Il centrocampista Quintero potrebbe tornare in Italia a distanza di due anni, dopo l’esperienza nel Pescara che lo cedette a caro prezzo al Porto

 

ANAGRAFICA

Nome: Juan Fernando

Cognome: Quintero

Data di nascita: 18 Gennaio 1993

Club: Porto

Nazionalità: Colombiana

CARATTERISTICHE

Ruolo naturale: Trequartista

Ruolo alternativo: Esterno sinistro d’attacco

Ruolo potenziale: Seconda punta

Punti di forza: Il dribbling e la velocità. Classico numero 10 fumantino, di quelli che negli ultimissimi tempi o nascono in Colombia o sono Giovinco. Bravo ad inserirsi tra le linee, a saltare l’uomo facendola sembrare una cosa facile. Spesso rispetto al difensore avversario ha un passo completamente diverso, è veloce e fa un po’ quello che vuole. Classico calciatore che se è in giornata casi prende 7 in pagella, ma senza segnare.

Punti deboli: Vede poco la porta, troppo poco per un trequartista. Nell’esperienza al Pescara realizzò una sola rete in 17 partite, ma giocando in una squadra che poi retrocesse a fine campionato senza molta gloria. L’esperienza al Porto avrebbe dovuto garantirne la crescita e sotto alcuni punti di vista è stato così: ma le 7 reti (in 64 partite totali) rimangono il grande cruccio. Attualmente è a digiuno dallo scorso 13 gennaio. Per essere un trequartista segna poco e alla lunga può essere un problema.

POTENZIALE

Campionato ideale: Serie A. C’è anche una motivazione tattica di fondo: è veloce, con la palla sul mancino fa quello che vuole e salta l’uomo con grandissima facilità. In un calcio da sempre difensivo, ma con il passare del tempo in crisi perenne di buoni difensori (salvo rare eccezioni) è l’arma che può permettere ad una medio-piccola di mettere in difficoltà le tante squadre con la difesa lenta e macchinosa e una fase difensiva improntata più sul sistema di gioco che sulla reale forza dei centrali. Ci farebbe divertire.

Chi ci ricorda: James Rodriguez. Sarà anche perché è arrivato al Porto e ha ereditato, con fortune sicuramente diverse, la numero 10 del connazionale oggi al Real Madrid. Per alcuni tratti si assomigliano: bravura nel tirare le punizioni e mancino da favola. Ma la carriera per ora è molto diversa. Le caratteristiche sono simili, gli manca la progressione nel lungo e la vena realizzativa di Rodriguez. L’interrogativo madre è: ci si potrà lavorare?

SEGNI PARTICOLARI

Il mancino alla Recoba. Quintero ha realizzato un paio di prodezze su punizione da far gridare realmente al paragone con il Chino che qualche anno fa illuminò (a corrente alternata) l’Inter. Già con il Pescara realizzò l’unica rete in Serie A proprio su punizione, contro il Bologna, che qualche settimana fa sembrava vicinissimo all’acquisto. Da ricordare un gol su punizione fatto con la propria nazionale contro l’Argentina e un palo preso contro la Juventus che portò alla rete di Manuel Cascione. Perle.

Juan Fernando Quintero | Goals, Skills, Assists [VIDEO]

[jwplayer player=”2″ mediaid=”11001″]

CONDIVIDI