L’attaccante della compagine lariana, Giulio Ebagua, provvede a segnare il provvisorio 1-1 con una giocata da urlo che, tuttavia, non evita la sconfitta ai padroni di casa in un derby sentito

In una giornata caratterizzata dall’assenza della Serie A, la cosiddetta “cadetteria” ha avuto tutti gli occhi tutti per sé almeno per una domenica. Appassionati, addetti ai lavori, media, scommettitori hanno seguito il secondo torneo italiano a livello di professionismo, divertendosi e ammirando gol di pregevole fattura che hanno fatto sobbalzare dalla sedia, o dal seggiolino dello stadio, i tanti tifosi sparsi per il mondo. La rete più bella e significativa di questa giornata, che rientra nella rubrica “B-Movie”, utile a raccontare il gol più importante, arriva dalla Lombardia.

Direttamente dal “Sinigaglia”, messo a norma per il campionato di B, il forte e possente Giulio Ebagua, attaccante del Como, decide di strappare applausi al pubblico occorso sugli spalti dell’impianto sportivo. In una gara sentita come quella che ha visto di fronte i lariani e il Brescia, il calciatore classe ’86 avrà pensato “meglio segnare una rete lontana dalla banalità, in modo da farsi ricordare per un bel po’ di tempo”. Detto-fatto: al 13°, così, Ebagua, dopo aver ricevuto un lancio dalla retrovie di Borghese, stoppa la palla di petto al limite dell’area, salta Caracciolo e con un sinistro al volo fulmina il portiere avversario, incolpevole nell’occasione. Per la cronaca, il Brescia si è aggiudicato il derby lombardo con il punteggio di 3-1, con annessa espulsione dello stesso numero 21 del Como. Una domenica indimenticabile, no?

CONDIVIDI