Alcuni aneddoti relativi al tecnico del Sassuolo, Eusebio Di Francesco

 

1. Il debutto

Ha debuttato in Serie A con la maglia dell’Empoli nel campionato 1987-1988. Appena diciottenne giocò appena una partita in quel campionato.

2. Le due retrocessioni consecutive

L’inizio della carriera da calciatore fu quantomeno sfortunata. Dopo quella stagione in A l’Empoli retrocedette e lui divenne titolare nella squadra che avrebbe dovuto provare la risalita immediata nella massima serie. Collezionò 34 partite e realizzò la prima rete ma alla fine dell’anno fu ancora retrocessione. Nella discesa agli inferi dell’Empoli c’è l’ascesa di Eusebio Di Francesco.

3. La nascita del figlio a Pisa

Ebbe un figlio, di nome Federico, che oggi gioca nella Virtus Lanciano in Serie B, quando era alla Lucchese. E infatti Federico è nato presso l’ospedale di Pisa. Il destino di un figlio d’arte.

4. La prima convocazione in nazionale e il rifiuto

La sua prima convocazione in nazionale arrivò nell’estate del ’97 ma Eusebio la rispedì al mittente: aveva da giocare con la maglia del Piacenza lo spareggio contro il Cagliari per rimanere in A.

5. L’arrivo alla Roma

Eusebio Di Francesco arrivò alla Roma che aveva già 28 anni, e come rincalzo in una due giorni nella quale i giallorossi annunciarono anche Paulo Sergio, Cafu e Chimenti. Fu convinto da Sensi ad accettare l’offerta, e fu cercato anche da Juventus, Milan e Inter.

6. Lo scudetto con la Roma

Fu uno degli artefici della vittoria dello scudetto della Roma nel 2000-2001. Risulta ad oggi l’unico trofeo vinto dall’ex calciatore divenuto poi allenatore.

7. La carriera dirigenziale

Nella penombra Di Francesco ha provato anche a fare il dirigente prima come team manager della Roma e poi come direttore sportivo della Val di Sangro. Non ha avuto la lucidità di tanti suoi colleghi che una volta lasciato il calcio giocato sono passati direttamente alla panchina da allenatore.

8. I numeri

Nella carriera da allenatore ha vinto 82 delle 174 partite giocate: quasi una su due. Numeri impressionanti per un allenatore che ormai da tre stagioni guida una squadra che deve salvarsi in Serie A e non una corazzata.

9. I due esoneri tra Lecce e Lanciano

Eusebio Di Francesco ha collezionato tre esoneri in carriera: uno è quello pazzesco di Sassuolo, ma la dirigenza neroverde riuscì a tornare sui propri passi dopo 5 sconfitte consecutive maturate con Alberto Malesani. I primi due arrivarono invece in condizioni diverse: fu esonerato a Lanciano alla primissima esperienza da allenatore e poi a Lecce, alla prima panchina in A, lasciando i giallorossi ultimi in classifica a dicembre e destinati alla retrocessione nonostante la scalata guidata da Serse Cosmi.

10. Il Pescara nel cuore

Pescara è casa sua. Anche il Pescara è casa sua. Non ha mai giocato nella squadra della propria città natale, ma la ha allenata con buon successo e ci ha giocato anche il figlio, protagonista di una manciata di presenze con i biancoazzurri in Serie A.

CONDIVIDI