Luis Figo, Paso Doble – Pallone d’Oro 2000
Luis Figo, Paso Doble – Pallone d’Oro 2000 è stato modificato: 2015-11-24 di sportreview

Una gloriosa carriera con Sporting Lisbona, Barcellona e Real Madrid: Luis Figo, Pallone d’Oro 2000 è stato un elemento insostituibile all’Inter, durante la prima gestione di Mancini e il primo anno di Mourinho

Il Pallone d’Oro del 2000, il primo del nuovo millennio, é del portoghese Luis Figo. La decisione suscita qualche dubbio se non addirittura qualche perplessità. E’ vero che il campione lusitano ha disputato un campionato europeo di prim’ordine, ma l’assenza di vittorie nell’anno, sia con la maglia della nazionale che con quella dei club, Barcellona prima, Real Madrid dopo, sembra contravvenire alla regola non scritta ma invalsa quasi sempre, che vuole il premiato avere raccolto qualche soddisfazione importante nei 365 giorni presi in esame. A risolvere la questione però ci pensa proprio il grande sconfitto del 2000, quel Zinedine Zidane che paga a caro prezzo un’intemperanza comportamentale in Champions League. E’ lui a ritenere assolutamente legittimo il premio al collega quando ancora non sapeva che presto sarebbe diventato suo compagno di squadra delle merengues.

Luis Figo nasce a Lisbona il 4 novembre del 1972: già a 10 anni gioca nei ragazzini dello Sporting e nel 1989/90 fa la sua apparizione in prima squadra. Prima di approdare al Barcellona, il club che ne farà emergere in talento sopraffino, l’ala destra portoghese si trova ad un passo dallo sbarco in Italia conteso dalla Juventus e dal Parma, ognuna delle quali vanta un contratto firmato da un procuratore del giocatore. Tra i due litiganti è la società Blaugrana ad approfittare aggiudicandosi le prestazioni di Figo dal 1995/96.

A diventare l’idolo del Nou Camp, Luis Figo non ci mette molto. Merito di prestazioni sempre ad alto livello di gol impossibili inventate con la semplicità dei grandi fuoriclasse. Il colpo di scena si ha nell’estate del 2000 per la cifra record di 143 miliardi di lire: un esborso di denaro mai raggiunto prima di allora per nessun giocatore. Figo fa armi e bagagli e passa al club più odiato nella capitale catalana: il Real Madrid. E’ il Santiago Bernabeu a riconoscerlo come suo re.

Luis Figo ha vinto tre titoli nazionali: due con il Barcellona, uno con il Real Madrid, tre coppe nazionali, una Coppa delle coppe e una Supercoppa europea.

sportreview

About Sportreview

Lo Sport è la nostra vita.

Commentando accetti la nostra Privacy policy

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.