Karol Linetty, prove generali di Furia Polacca
Karol Linetty, prove generali di Furia Polacca è stato modificato: 2016-01-08 di Luca Momblano

Motore di grossa cilindrata e voglia di spaccare il mondo: lui è Karol Linetty, l’ultima “invenzione” dell’emergente calcio polacco. Giocatore potenzialmente completo, ha già addosso i migliori club di Premier League

 

ANAGRAFICA

Nome: Karol

Cognome: Linetty

Data di nascita: 2 febbraio 1995

Club: Lech Poznan

Nazionalità: Polacca

CARATTERISTICHE

Ruolo naturale: Mezzala

Ruolo alternativo: Centrocampista centrale

Ruolo potenziale: Ala destra/sinistra

Punti di forza: La duttilità e la progressione palla al piede, gli ottimi tempi di scarico e la buona dotazione atletica (soprattutto il passo) ad appena 20 anni. Ottima gestione degli spazi da attaccare anche senza palla e abile e volitivo anche in fase di riconquista palla.

Punti deboli: Da migliorare il senso del gol, la visione del gioco soprattutto in ampiezza e il cross. Fondamentali che determineranno realmente il tipo di giocatore che sarà. Anche sotto il profilo tattico Linetty è da lavorare sui posizionamenti e sui temporeggiamenti.

POTENZIALE

Campionato ideale: Serie A e Premier sarebbero gli approdi ideali per lui, più ancora che la Bundesliga per il tipo di gioco che sfrutta meglio: ovvero caparbietà anche nei corpo a corpo e capacità di portare avanti il pallone anche con uomini addosso. Non grandissimo realizzatore, in Premier finirebbe a fare l’ala mentre in Serie A giocherebbe da centrocampista guastatore a cui vengono richiesti inserimenti anche senza palla: il fiato non gli manca e la falcata è uno dei suoi pezzi forti.

Chi ci ricorda: Paragonato con troppa approssimazione al croato Modric, Karol Linetty in realtà è un centrocampista tipicamente anni ’90, ovvero non un esteta ed estetico a testa alta, bensì un piccolo trattorino che fa dello spunto, dell’abilità a spostare il pallone in corsa il suo pane. Il che significa, restando su vecchie conoscenze del nostro campionato, a qualcosa che sta in mezzo tra Pavel Nedved e Javier Zanetti, Ovviamente in erba, in gestazione, ma la postura corporale e la prepotenza nelle verticali fanno immaginare questo genere di calciatori: forti atleticamente, con apparente passo a testa bassa, capaci di cogliere sul tempo avversari e possibili marcature. Abbassando il tiro, la tipologia non è dissimile al primissimo James Milner.

Dove può arrivare: Già nel giro della nazionale maggiore polacca, Karol Linetty è pronto a bruciare definitivamente le tappe: in estate è stato a un passo dal Tottenham, adesso chi insiste già per gennaio è il Manchester City che lo ha anche visionato nell’ultima apparizione di Europa League: servono poco meno di 5 milioni di euro per accaparrarselo, difficile che il Lech faccia resistenza, anche se l’idea è quella di farlo rimanere in Polonia fino a giugno 2016. Quindi può arrivare subito a confrontarsi con un calcio dagli elevatissimi requisiti, anche subito.

SEGNI PARTICOLARI

La svolta nella carriera di Karol Linetty avviene a 15 anni quando viene selezionato tra centinaia di ragazzini in un contest tecnico/pubblicitario organizzato dalla Coca Cola. Grande ospite della manifestazione Robert Lewandowski, che gli predice un futuro luminoso e oggi se lo trova già come compagno di nazionale. Tra l’altro lo stesso attaccante del Bayern Monaco si afferma proprio con la maglia del Lech Poznan. Destini incrociati, dunque. Sempre e comunque.

Luca Momblano

About Luca Momblano

La lettura più bella è sempre la prossima. Vale anche per lo sport. Sono quasi 40 anni che lo ripeto.

Commentando accetti la nostra Privacy policy

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.