Franco Cervi, non il solito funambolo argentino
Franco Cervi, non il solito funambolo argentino è stato modificato: 2015-09-15 di Luca Momblano

Sembra italiano, ma è la dirompente novità del calcio argentino: Franco Cervi approderà a gennaio al Benfica dal Rosario Central, dovrebbe essere l’erede di Gaitan ma la scoperta di questo talento è appena all’inizio

 

ANAGRAFICA

Nome: Franco Emanuel

Cognome: Cervi

Data di nascita: 26 maggio 1994

Club: Rosario Central

Nazionalità: Argentina

CARATTERISTICHE

Ruolo naturale: Ala destra

Ruolo alternativo: Fantasista

Ruolo potenziale: Ala sinistra

Punti di forza: La rapidità nel breve, la capacità di stare dentro la partita senza perdere in termini di qualità e alternanza delle giocate: per un attaccante esterno di rapidità e fantasia è tantissimo, visto che appunto Cervi non ha paura nell’affrontare l’avversario frontalmente, anche partendo da fermo, variando moltissimo sia il lato di partenza nell’uno contro uno sia la scelta della giocata migliore. Fisicamente “elastico”, ha l’istinto naturale del tocco breve che mette spesso fuori tempo il difensore al momento dell’intervento. Il ragazzo possiede oltretutto validissima visione di gioco, un bel portamento quando s’accentra in zona centrale e dunque quel minimo di classe di partenza richiesta a un assistman al servizio degli uomini d’area.

Punti deboli: La collocazione ideale. Ovvero: Cervi nasce centrocampista ma per doti naturali viene portato in fascia ad offendere visto che possiede un’accelerazione efficace anche nel lungo (si tratta di giocatore potenzialmente letale nelle transizioni veloci). E’ lì che si scopre presto pronto per la prima squadra pur avendo fatto una trafila giovanile piuttosto “normale” nel Rosario Central dove dunque esordisce con 5 vittorie in fila da titolare nella passata stagione. Dunque capire quel che sarà realmente del giocatore (presto in Europa, in Portogallo, dove è durissimo scontro per aggiudicarselo tra Benfica e Sporting Lisbona) prima che sia tardi: un’ala destra devastante sui rientri sul piede mancino, un trequartista, una seconda punta o un’ala più europea come accadde inizialmente a Di Maria?

POTENZIALE

Campionato ideale: Il Portogallo è il lido perfetto quando e se si ragiona per gradi (c’è pero il contesto delle Coppe a far la sua parte). Dopo aver anche attenzionato gli scout di Inter e Tottenham però, contesti certamente più impegnativi in partenza ma anche decisivi ai fini dell’immediato test sul valore assoluto del giocatore. Tra Italia e Inghilterra più la prima, forse, dove la qualità fa presto la differenza e gli argentini hanno una tradizione di “ambientamento” davvero rilevante.

Chi ci ricorda: Franco Emanuel Cervi è il tipico giocatore sudamericano emergente che mette il talento davanti agli occhi degli osservatori. Nel “dopo Maradona” se ne sono visti tanti, da Saviola a D’Alessandro, da Buonanotte a Moralez, e tutti molto diversi pur rientrando in una categoria abbastanza specifica. Giocatori tendenzialmente “leggeri” ma lesti a muovere il pallone e dotati di una frequenza di passo che non allontana mai troppo il pallone. Ecco, però, Cervi non è un goleador al momento, a testa alta sembra il primo Pastore, a testa bassa il miglior Salvio, meno potente ma più intelligente nelle giocate. Non solo forza, dunque…

SEGNI PARTICOLARI

Nativo di San Lorenzo, si è affermato a Rosario, città natale di Leo Messi. Dotato di passaporto italiano, fa gola in Europa anche per questo: lo status da comunitario e il momento topico della carriera, a 21 anni nel suo momento assolutamente migliore, aiutano eccome. Noto per la sua timidezza fuori dal campo, non si tratta però di un Riquelme, centrocampista fatto e finito “costretto” in carriera a partire esterno controvoglia. Diciamo che Cervi è l’esatto contrario, e che potrebbe essere una graditissima sorpresa nel futuro immediato del calcio continentale.

Luca Momblano

About Luca Momblano

La lettura più bella è sempre la prossima. Vale anche per lo sport. Sono quasi 40 anni che lo ripeto.

Commentando accetti la nostra Privacy policy

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.